TEMPESTA E NAUFRAGIO [At 27, 13-20.21b.23-25]

ESERCIZIO DI RIEMPIMENTO
realizzato da Federica Palazzi & Sara Pozzana - Classe 2 A - CONVITTO FOSCARINI

Riempi gli spazi vuoti con la parola giusta. Clicca su "Controlla" per verificare le tue risposte.
   ancore      angelo      balìa      carico      Cauda      Cesare      compagni      conservarti      coraggio      Creta      deriva      Dio      Euroaquilone      fiducia      incagliati      isola      nave      perduta      scialuppa      scirocco      Sirte      sole      speranza      stelle      tempesta      vento      zavorra   
Appena cominciò a soffiare un leggero , ritenendo di poter realizzare il progetto, levarono le e si misero a costeggiare da vicino. Ma non molto tempo dopo si scatenò dall' un vento di uragano, detto . La fu travolta e non riusciva a resistere al : abbandonati in sua , andammo alla . Mentre passavamo sotto un isolotto chiamato , a fatica mantenemmo il controllo della . La tirarono a bordo e adoperarono gli attrezzi per tenere insieme con le funi lo scafo della nave. Quindi nel timore di finire nella , calarono la e andavano così alla deriva. Eravamo sbattuti violentemente dalla e il giorno seguente cominciarono a gettare in mare il ; il terzo giorno con le proprie mani buttarono via l'attrezzatura della nave. Da vari giorni non comparivano più né e continuava una tempesta violenta; ogni di salvarci era ormai .
Paolo allora, alzatosi in mezzo a loro disse: "Mi si è presentato questa notte un di quel Dio al io appartengo e che servo e mi ha detto: "Non temere, Paolo, tu devi comparire davanti a , ed ecco, ha voluto tutti i tuoi di navigazione". Perciò, uomini, non perdetevi di ; ho in Dio che avverrà come mi è stato detto".